Pubblicato da

Zuckerberg: cellulare targato Facebook? No, grazie.

Mark Zuckerberg ha detto no una di quelle offerte che “non si possono rifiutare”: il lancio di uno smartphone targato Facebook, dedicato al social network piú in voga negli ultimi tempi. La sua partner avrebbe dovuto essere la compagnia taiwanese HTC (High Tech Computer Corporation) e il prodotto avrebbe dovuto arrivare sul mercato giá quest´estate, poi voci hanno parlato di uno slittamento a metá 2013.

Il fondatore di Facebook ha smentito ufficialmente questo progetto, in quanto, almeno per il momento, non sembra interessato a buttarsi a capofitto in un business che non riguarda il suo campo, cioé l´informatica. Inoltre ha saggiamente replicato: “Sviluppare un nostro cellulare non avrebbe senso per noi”, sottolineando il suo interesse di avere Facebook disponibile non sono su un determinato tipo di cellulare, ma su tutti, o quasi. Il social network deve poter essere accessibile da qualsiasi marca e modello di smartphone, altrimenti si rischierebbe un flop come successo con Google, che qualche anno fa aveva sí lanciato un dispositivo tutto suo, ma che non ha ricevuto attenzione da parte del pubblico.

Mountain View ha quindi studiato ed elaborato una strategia che si é rivelata vincente, e cioé sviluppare il software Android su quanti piú cellulari possibili. Chissá che anche il 27enne miliardiario di Palo Alto non metta in atto un piano del genere. Le sue parole lasciano a pensare: “Facebook è l’applicazione più utilizzata su tutte le piattaforme mobili. Ora i nostri obiettivi sono aumentare la profondità dell’esperienza e accrescere il numero di utilizzatori”.

Ovviamente i maligni vedono in questo rifiuto un problema legato all’andamento economico di Facebook. I conti, in effetti, non vanno come previsto, e nel secondo trimestre del 2012 le perdite ammontano a 157 milioni di dollari, contro ai 159 milioni di utile registrato lo scorso anno. Anche il valore delle azioni é sceso: la quotazione, verso metá maggio, era di 38 dollari, mentre ora si aggira intorno ai 22. Gli azionisti non hanno apprezzato quanto sta succedendo, in quanto si vedono costretti a sborsare sempre piú soldi, e lo stesso Zuckerberg, negli ultimi giorni, ha perso la bellezza di 2 miliardi di dollari dal suo pacchetto azionario.

Niente paura, gli restano sempre i risparmi, che ammontano a oltre 12 miliardi di azioni Facebook…

Krizia Ribotta

0 0 763 30 luglio, 2012 Tecnologia luglio 30, 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

ADS

CERCA SUL SITO

Spot

  • agosto 2016
  • luglio 2016
  • giugno 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011