Pubblicato da

Megaupload riapre, Kim Dotcom il fondatore promette il ritorno di Mega

MEGAUPLOAD PRESTO TORNERA’ ONLINE

Kim Dotcom, creatore e fondatore di Megaupload  dichiara che il famosissimo servizio tornerà presto online. Kim dichiara su Twitter:  “SOPA è morta. PIPA è morta. ACTA è morta. MEGA tornerà più grande. Migliore. Più veloce. Libero da accuse e schermato dagli attacchi”. Kim Dotcom è al momento agli arresti domiciliari nella sua lussuosa dimora in Nuova Zelanda, ma non sembra abbattuto dalla detenzione e dalla chiusura di Megaupload e di Megavideo.

E forse il fondatore di Megavideo ha ragione ad essere di buon umore, ha infatti da poco segnato un punto importante, le autorità giudiziarie che si occupano del caso Megaupload hanno accusato l’FBI di  procedura d’arresto illegale e pare che i suoi legali faranno richiesta per avere un grosso risarcimento per la perquisizione ed il sequestro del portale Megaupload.

Pare proprio quindi che il famoso servizio potrebbe tornare presto online, nel frattempo la pirateria non si è fermata continuano a proliferare siti che propongono link per il download o lo streaming ed è coinvolto anche Youtube, sul quale è spesso possibile trovare film interi.

Molti utenti stanno esultando, nonostante esistano molti servizi simili a quello di Kim Dotcom (ad esempio Putloker e Cacaoweb su streamingdb.net ), Megaupload era particolarmenmte apprezzato per velocità ed efficenza.

LA CHIUSURA DI MEGAUPLOAD

Il servizio Megaupload è stato chiuso il 19 gennaio 2012, messo sotto sequestro dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti d’America con le accuse di violazione di copyright e pirateria. Tutti coloro che provavano ad accedere al servizio trovavano l’avviso dell’Fbi della chiusura del sito.

Dopo poche ore fu messo online un finto mirror tanto che si pensò subbito ad un immediato ritorno di Megaupload, ma così non fu. Nei giorni seguenti gli utenti si affannarono a cercare sostituti per continuare a vedere film e serie tv ma molti servizi corsero ai ripari chiudendo i propri servizi o rimuovendo velocemente i film ospitati (parliamo di servizi come Videoweed, NovaMov , Videozer, Videobb).

Dopo alcuni mesi fiorirono altri servizi come Cacaoweb e Putlocker che pur non essendo veloci come Megavideo e Megaupload offrivano servizi molto simili.

L’ATTACCO DEGLI HACKER:  ANONYMOUS AL FIANCO DI MEGAUPLOAD E MEGAVIDEO

Alla chiusura di Megaupload e Megavideo è seguita una dura reazione degli Hacker, un messaggio su Twitter ha annunciato la rivendicazione da parte del gruppo di hacker Anonymous del più importante attacco online contro siti federali USA. Contro la decisione dell’FBI di intervenire contro Megaupload Anonymous ha risposto con un attacco Denial of service (DOS) grazie all’impegno di 5635 hacker, contro molti siti incluso quello della Casa Bianca e dell’FBI.

LE VOCI SUL NUOVO SERVIZIO: MEGABOX

La chiusura di Megavideo fu interpretata da molti come un attacco verso Kim Dotcom per evitare l’apertura di un nuovo servizio di filesharing musicaleMegabox. Un servizio in cui gli utenti avrebbero potuto scambiarsi file audio mp3. A quanto pare le case discografiche avrebbero fatto pressione sulle autorità per intervenire contro Megaupload proprio per evitare la nascita di Megabox, spaventate dalle possibili conseguenze sul mercato discografico.

Matteo Medugno

 

 

 

0 0 570 20 luglio, 2012 Internet luglio 20, 2012

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *

CERCA SUL SITO

Spot

More in Internet
iPhone 5 uscita ad ottobre, iniziata la produzione, data di uscita del nuovo smartphone Apple

Secondo le indiscrezioni e i rumors la produzione dell'iPhone5 o nuovo iPhone è iniziata e il nuovo smartphone Apple dovrebbe...

Facebook controllerà la chat per prevenire il crimine e reati di tipo sessuale

Facebook ha deciso di adottare sistemi di controllo della chat per prevenire il crimine, in particolare sarà posta attenzione a...

Kindlephone, AMAZON vuole entrare nel mercato degli smartphone, guai in arrivo per l’IPHONE5 di Apple e il GALAXYdi Samsung?

AMAZON E IL KINDLEPHONE, NUOVA NEL MERCATO DEGLI SMARTPHONE Amazon potrebbe entrare nel campo degli smartphone, secondo indiscrezioni apparse sul...

Close