James torna a Cleveland, Anthony resta a New York
Pubblicato da

James torna a Cleveland, Anthony resta a New York

Restano al loro posto anche Bosh e Wade – La settimana scorsa è sta quella della scelta del “prescelto”, al secolo LeBron James, nella foto, il quale dopo aver giocato, e vinto, per quattro anni tra le fila dei Miami Heat, due titoli e due finali perse, fa ritorno ai Cleveland Cavaliers, franchigia che lo aveva scelto con il numero 1 nel 2003, e tra le cui fila ha militato fino al 2010, senza vincere nulla. Accasatosi James, hanno fatto le loro scelte anche le altre stelle del campionato NBA, a cominciare da Carmelo Anthony che a differenza del rivale ha deciso di restare dov’è, rifirmando con i New York Knicks, che intanto hanno riconfermato pure il nostro Andrea Bargnani, nel tentativo di vincere il titolo. Hanno deciso di restare dove sono, invece, gli altri due componenti dei “Big three” degli Heat, Dwyane Wade e Chris Bosh, anche perché la franchigia della Florida gli ha affiancato Luol Deng, Josh McRoberts e Danny Granger.

Gasol va a Chicago, Nowitzki e Duncan restano dove sono – Tra gli altri giocatori importanti ad aver chiuso nuovi contratti, troviamo tre veterani dell’NBA, Tim Duncan, classe ’76, che rinnova ancora con i San Antonio Spurs, che riconfermano praticamente tutta la rosa con anche Marco Belinelli, mentre Ettore Messina ne diventa vice allenatore, Dirk Nowitzki, riconfermato ai Dallas Mavericks, e Pau Gasol, che invece lascia i Los Angeles Lakers per approdare ai Chicago Bulls, che intanto salutano, salvo clamorose sorprese, Carlos Boozer, mentre Trevor Ariza passa agli Houston Rockets che però perdono Chandler Parsons. Per quanto riguarda gli altri azzurri, conferme anche per Danilo Gallinari ai Denver Nuggets e Luigi Datome ai Detroit Pistons, mentre Alessandro Gentile, scelto all’ultimo draft con il numero 53, è finito ai Rockets, anche se ancora non ha deciso se iniziare subito la sua avventura oltre oceano o aspettare un paio di anni.

Al draft i Cavaliers si prendono ancora il numero 1 – Intanto il draft, avvenuto lo scorso 26 giungo, ha premiato nuovamente i Cavaliers con la prima scelta assoluta, come già avvenuto nel 2013, i quali hanno deciso di portarsi a casa l’ala piccola canadese Andrew Wiggins, che dovrebbe essere, a questo punto, prima riserva di James. Le altre scelte migliori, fino al numero 10, se le sono aggiudicate, nell’ordine, Milwaukee Bucks, Jabari Parker altra ala piccola, Philadelphia 76ers, il centro camerunese Joel Embiid, Orlando Magic, l’ala forte Aaron Gordon, Utah Jazz, il play australiano Dante Exum, Boston Celtics, la guardia Marcus Smart, Lakers, l’ala forte Julius Randle, Sacramento Kings, la guardia canadese Nik Stauskas, Charlotte Hornets, l’ala forte Noah Vonleh, i Magic, dai 76ers, il play Efrid Payton. Tra loro dovrebbe esserci il “rookie” dell’anno, ma le sorprese possono arrivare, come già accaduto in passato, anche da scelte più alte.

0 0 1292 16 luglio, 2014 Basket luglio 16, 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

ADS

DOMINI

CERCA SUL SITO

Spot