Balotelli illumina Manaus
Pubblicato da

Balotelli illumina Manaus

Nel Paese di Pelè le proteste contro il Mondiale non si placano e i disagi causati nemmeno. Qui la manifestazione davanti la sede della FIFA a Zurigo ha avuto un discreto echo. Nelle città ospitante le partite l’erogazione dell’acqua potabile viene spesso sospesa alle famiglie. La si riserva per rifornire i lussuosi alberghi che accolgono i turisti o le location dove alloggiano le varie nazionali. Alla popolazione viene servita con il contagocce la risultante dell’acqua fognaria depurata. A mo di Cartellone Pubblicitario, in alcuni dei luoghi più frequentati è talvolta possibile leggere “Mas Educação, Meno Copa”, “Più Educazione, Meno Coppa”. È la prova che in un paese dove cresce l’economia come cresce la disoccupazione, la formazione ha perso terreno e si stenta ad accettare che per fare bella figura agli occhi del Mondo il governo di Dilma Roussef abbia soppresso la tredicesima mensilità salariale ai dipendenti.

Lontano dai problemi che solo il Brasile può risolvere per i Brasiliani, l’Italia è scesa in campo contro l’Inghilterra in una partita che tutti si aspettavano difficile e piacevole. Qualche ora prima, la clamorosa vittoria del Costa Rica (3-1) sull’Uruguay ha rubato la scena al Big Match. Il Costa Rica ci sta ad essere l’outsider ma non la squadra cuscinetto. Eccola Leader sorprendente del Gruppo, davanti all’Italia che la spunta sull’Inghilterra con un gol di Super Mario Balottelli che trasforma in Vittoria per gli Azzurri il temporaneo 1-1 siglato da Marchisio e Sturridge. Il trentottesimo minuto del secondo tempo che vede il terzo gol del Costa Rica ad opera di Ureña dopo quelli di Campbell e Duarde è l’istante più filmato di questi Mondiali. Il gol ha provocato una pioggia di flash da parte dei fotografi giunti dai quattro angoli del pianeta.

Piccola delusione per i tifosi Brasiliani, Mario Balotelli non si toglie la maglia in dopo il gol per mostrare i muscoli come le fece agli Europei del 2012 per una esultanza diventata mitica da queste parti.

Due grandi incognite hanno caratterizzato l’approccio alla Partita. La prima è stata il prato del campo di Manaus, visibilmente dipinto per nascondere il suo cattivo stato e renderla più telegenica. Normale amministrazione avranno pensato i giocatori abituati a calpestare il campo di San Siro a Milano dove il marchingegno è stato spesso messo in atto.

L’atra incertezza riguardava la prestazione di Sirigu chiamato a sostituire Gianluigi Buffon leggendaria saracinesca dell’Italia nonché Capitano degli Azzurri forfait per distorsione alla caviglia sinistra. Un problema lo costrinse già cedere il suo posto a Marchetti alla prima di Sudafrica 2010. Il « Fratelli d’Italia » senza Buffon non è la stessa cosa. Il Portiere della Juve porta letteralmente le parole del suo Inno Nazionale quando ha l’occasione di cantarlo.  Comunque, Sirigu il Portiere del Paris Saint-Germain se la cava con una prova egregia.

 

Iniziata alle 19 di Manaus ovvero a mezzanotte in Italia, ora difficile per taluni, la partita è stata molto  intensa nell’insieme. Prato dell’Arena Amazônia  dipinto come previsto. La rivincita del quarto di finale dell’Euro 2012 tra l’Inghilterra e L’Italia ha mantenuto le promesse. Dal fischio d’inizio, gli Inglesi praticano un pressing molto alto che ha il merito di disturbare le ripartenze italiane.

Il trio d’attacco Welbeck, Sturridge, Sterling da enormi grattacapi alla retroguardia Italiana che soffre la velocità degli attaccanti Inglesi. D’altronde, tutti credono all’apertura delle marcature quando Sterling fa tremare la rete della porta di Sirigu con un tiro magistrale dai 25 metri, ma in realtà il pallone colpisce l’esterno della rete.

Poco prima della fine della partita, Andrea Pirlo non manca l’occasione su Punizione di ricordare che è probabilmente il miglior Specialista dei Calci di Piazzati di questo Mondiale, ma il suo missile colpisce la traversa. Il pallone prende una traiettoria completamente folle e Joe Hart non può che costatare con sollievo l’impatto sulla sbarra orizzontale che lo salva al 94esimo.

Da notare l’innovazione di questa Coppa del Mondo, la bombola di spuma per segnare la posizione del pallone e del muro nei fatti già in uso nel campionato brasiliano.

Gli Inglesi potranno rimpiangere la troppa imprecisione nei tiri da lontano che hanno spesso usato mandando il pallone alla larga della porta di Sirigu.

Nelle altre due partite di questa Maratona di 4, la Colombia ha offerto una ottima prova collettiva, miglior calcio finora, vincendo 3-0 sulla Grecia. Alle 3 di notte in Italia, L’Ingresso di Didier Drogba che non segna permette agli Ivoriani di ribaltare il momentaneo 1-0 di Honda per il Giappone di Coach Zaccheroni. La partita finisce 2-1 con 2 gol fotocopia di Wilfried Bony e Gervinho.

1 0 784 17 giugno, 2014 Calcio, Sport giugno 17, 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

ADS

DOMINI

CERCA SUL SITO

Spot