Pubblicato da

Il ritorno del Bunga Bunga

L’Italia, L’Italia sensazionale, quella che fa notizia non sarà quella di Monti. L’attuale premier che ha I mesi contatti sarà pure l’uomo più popolare del momento ma non per questo il più amato. L’ex Premier Italiano Silvio Berlusconi ha suggerito in un’intervista pubblicata lunedì che tenterà un ritorno al potere, usando il vecchio nome del partito che gli ha permesso due decenni fa di irrompere sulla scena politica.

In una intervista concessa al quotidiano Tedesco Bild, Berlusconi ha rivelato con quanta nostalgia gli Italiani gli “chiedono empaticamente” di tornare nell’arena politica. Ed è di Nuovo Italianamia sul web e nella stampa internazionale specializzata. Vuoi vedere che il buon vecchio Silvio è proprio quello di cui abbiamo bisogno per superare questo momento scialbo?

Arrivato al potere nel 1994, il Cavaliere ha dominato la scena usando la fama calcistica e il suo slogan “Forza Italia” fino a quando corruzione e scandali sessuali non lo costrinsero a ritirarsi nel mese di Novembre scorso.

Lunedi pomeriggio però buona parte dei suoi alleati politici aveva criticato il cambio del nome del partito, costringendo Berlusconi a rilasciare una dichiarazione in cui sottolinea che si è trattato solo di una proposta e non di una decisione definitiva presa dal partito.

In un certo senso è il classico revisionismo berlusconiano: L’intervista con riferimento al cambio del nome del partito è stata letteralmente pubblicata sul suo sito web, eppure Berlusconi insiste nel dire di essere stato capito male.

Nei giorni recenti, I tenori del partito hanno reso esplicita l’intenzione del Cavaliere di partecipare elle prossime elezioni e Alfano ha chiaramente fatto capire di essere pronto a farsi da parte. 

Ma non tutti i membri del Partito guardano nella stessa direzione. Gianni Alemanno il Sindaco di Roma ha fatto notare che la scelta del Popolo Delle Libertà porta su Alfano, Segretario del Partito come candidato per le elezioni del 2013. In un’intervista con il quotidiano Romano La Repubblica, Alemanno precisa che saranno necessarie le primarie del partito per determinare se Berlusconi avrà l’appoggio degli elettori nonostante gli scandali che continuano ad indignare.

Angelino Alfano stesso ha indicato che il cambio del nome del partito era una cattiva idea, sottolineando che il “Popolo Delle Libertà” era un progetto caro a milioni di italiani.

Inoltre, la Lega Nord, alleata di vecchia data ha fatto venire meno il suo appoggio, complicando non poco le possibilità di rielezione.

In Italia i partiti politici cambiano spesso nome e logo come prova della volontà di reinventarsi, rinnovarsi e migliorarsi anche se I politici poi alla fine sono sempre gli stessi.

Nell’intervista rilasciata al Bild, Berlusconi insinua che le sue dimissioni furono un modo per consentire a Monti di usare un largo consenso per rendere concreti I cambiamenti necessari. Il Professore d’Economia Monti, ex Commissario Europeo ha aumentato le tasse e imposto dolorose riforme del sistema pensionistico nonché del mercato del lavoro.

“Io volevo rendere possibili quelle riforme” ha aggiunto Berlusconi. Vuoi vedere che Monti è solo un prestanome? Vuoi vedere che il furbo Cavaliere ci sta ancora dentro alla grande e non se n’è mai andato? E allora “Polo delle Libertà”, “Forza Italia” che cosa cambia? Sempre dell’irrinunciabile Berlusconi si tratta. Intanto che ci siamo, sulla scia di quanto si dice già all’estero, un buon suggerimento sarebbe “Forza Bunga!” Ma come siamo messi!

0 0 485 17 luglio, 2012 Politica Interna luglio 17, 2012

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *

CERCA SUL SITO

Spot

More in Politica Interna
Angelino Alfano, lancia ultimatum a Nicole Minetti

 Roma, 15 lug. -  Alfano ha chiesto a gran voce le dimissioni di  Nicole Minetti e le ha lanciato un...

Monti continua con i tagli nella spending review, i sindacati minacciano di indire scioperi

Mario Monti, il Premier, continua con i tagli nonostante le proteste dei sindacati, che minacciano di sciopero generale. Anche gli...

Terremoto e Festa Della Repubblica

Capita che un soggiorno piacevole a Parigi venga abbreviato per motivi tutt’altro che felici. Dopo l’Abruzzo nel 2009 i media...

Close