Pubblicato da

Georgia O’Keeffe a Roma

Georgia O’Keeffe a Roma

Le donne dell’arte hanno molto spesso una storia di dolore da raccontare. Padri che tradivano le madri in casa, infanzie di malanni, uomini che interrompono un rapporto con una lettera, e da questi eventi le poetiche di ognuna di loro prendono connotazioni differenti, le loro opere significati e sembianze  sempre diverse e stupefacenti. Così leggendo la biografia di Georgia O’Keeffe è bello scorgere delle storie d’amore. Quella con il suo fedele marito Alfred Stieglitz, che l’ha supportata e motivata. Quella con un paese, il New Mexico, quell’america polverosa e affascinante. Quella con l’arte, che fin da giovane, come ogni artista, l’ha accompagnata e guidata nelle scelte della vita. È bella la storia della O’Keeffe, così come le sue opere sono di straordinaria avvenenza. Morbide linee e caldi colori.

Così presso il Palazzo Cipolla del Museo Fondazione Roma dal 3 ottobre fino al 22 gennaio (tutti i giorni dalle 11.00 alle 20.00) sarà possibile osservare da vicino le sue opere. Sarà un’importante occasione per esplorare il suo universo e scorgere quella bellezza e quell’amore che l’hanno, per fortuna sua, e quindi anche nostra, segnata.

La retrospettiva svela il sentimento e le sensazioni che la O’Keeffe ha, nell’arco della sua carriera, potuto mettere nei suoi quadri, nel tocco dei suoi pennelli e nelle scelte di ciò che doveva dominarli.

 

Giulia Lecce

 

0 0 810 05 ottobre, 2011 Mostre ottobre 5, 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

ADS

DOMINI

CERCA SUL SITO

Spot