Bernardo de Galvez, cittadino americano 228 anni dopo la morte
Pubblicato da

Bernardo de Galvez, cittadino americano 228 anni dopo la morte

Washington. Bernardo de Galvez, eroe della guerra d’indipendenza americana, morto nel 1786, in questi giorni, 228 anni dopo, è diventato cittadino americano.

Un eroe della rivoluzione americana

Seguendo la tradizione di famiglia, il giovane conte di Galvez e visconte di Galveston, Bernardo,  intraprende la carriera militare. In breve tempo dimostra tutta la sua abilità, fatta di strategie intelligenti, coraggio, e in fondo un grande spirito d’avventura, o che comunque contribuisce alla sua costruzione.  Si impone leader di primo piano nel reggimento di La Coruna. prima di salpare per la Nuova Spagna sotto il comando del capitano Josè Calvo de Irazabal, dove diventerà un  eroe della rivoluzione americana.  Taluni tratti  di gesta di questa forma all’interno della storia americana , indipendentemente  dalle verità storiche, si sono mitizzate. Dallo spazio dato loro dal cinema soprattutto, ma anche dalla  letteratura e particolarmente dal fumetto, specie nella sua prima generazione.

E sicuramente si presta alla rappresentazione  la guerra di de Galvez,  le sue scorrerie  sulla frontiera settentrionale della Nuova Spagna, a Sonora, a Nueva Vizcaya, dove è a capo di diverse campagne contro gli indiani, fatte da esplorazioni  scout e tracce inseguite per giornate intere su territori  impervi, e  guadi di fiumi, per scovare gli accampamenti degli Apache.

Sarà anche governatore della Louisiana e di Cuba.

Proprio da l’Avana l’avviso ufficiale di guerra ai britannici  giunge a Galvez.  Organizza in tempi brevi una Babilonia d’esercito per la spedizione( arruola neri liberi, reclute dal Messico, volontari e veterani, immigrati tedeschi e anche indiani), e dopo una marcia di oltre cento miglia tra fitte foreste e paludi fino a  New Orleans, stordendo strada facendo le truppe inglesi nei presidi che incontrava,  si congiunge al comando americano.

Fondamentale nella lotta per l’indipendenza  americana  la sua vittoria sulle truppe nemiche a Pensacola, le forze britanniche assaltate da terra e da mare  rimasero senza basi nel golfo del Messico, preludio alla loro resa.

Mettendo per una volta d’accordo sull’immigrazione democratici e repubblicani, il Congresso ha dato la cittadinanza onoraria americana a Bernardo de Galvez, concessa prima di lui, tra i pochi altri, a Winston Churchill.

 

 

0 0 1653 26 luglio, 2014 Cronaca Estera luglio 26, 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

ADS

DOMINI

CERCA SUL SITO

Spot

  • febbraio 2017
  • gennaio 2017
  • novembre 2016
  • agosto 2016
  • luglio 2016
  • giugno 2016
  • maggio 2016
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • dicembre 2015
  • novembre 2015
  • ottobre 2015
  • luglio 2015
  • giugno 2015
  • maggio 2015
  • aprile 2015
  • marzo 2015
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011